SCIENCE CENTER

2015_ Bagnoli, Napoli (IT)

Progettare in un luogo come quello di Bagnoli iscritto nel paesaggio dei Campi Flegrei è impresa assai delicata. Significa per dirla alla Jules Verne decifrare un codice e immergersi in un viaggio fino al centro della terra. Infatti I campi flegrei sono una terra particolare , una terra di cui quello che vediamo è in realtà il risulatato di complessi fenomeni geologici ( nonchè economici e sociali )che interessano tutta la vasta area. Un immagine satellitare ci mostra il complesso alterarsi di crateri , emersi e non che attraversano tutta la piana degli Astroni fino ad arrivare al litorale di Licola passando per Posillipo. La natura si scuote e diventa verità nella sua espressione più violenta.Architettura erosa , che erode a sua volta, dando accesso ad un mondo simile a quello del sottosuolo facendo immergere il visitatore del parco della Nuova città della scienza, in un viaggio emozionante e scientifico che lo porterà a visitare dei luoghi differenti ad ogni passo collegandolo alla natura morfologica e metafisica dell’area Flegrea . Percorrerà la pineta ,e attraverserà il giardino della memoria con le arcate a ricordare l’incendio che distrusse il precedente insediamento , e poi scivolerà all’ interno del complesso in cui potrà ammirare sopra di sè la luce naturale entrare misteriosamente all’ interno dei monoliti, mentre attorno a lui potrà invece scorgere la bellezza della morfologia del luogo con Nisida e Pozzuoli che lo avvolgono , sentendosi parte integrante di quel paesaggio .